Sorge sul crinale di un colle, ben visibile con la sua robusta cinta di mura e bastioni e con l'imponente mole della celebre rocca. Visione decisamente suggestiva per chi percorre la superstrada adriatica o la statale ad essa affiancata.

Dotato di una prima torre medievale di difesa (il 'Mastio') nel 1150, il "castello" di Gradara (Castrum Cretarie) fu reso indipendente dall'amministrazione pesarese ad opera di Piero e Rodolfo De Grifo. Successivamente i Malatesta, dopo aver acquistato il castello dai De Grifo, trasformarono la torre in rocca con tanto di primo girone di mura; successivamente aggiunsero anche i settecento metri del secondo girone con le diciassette torri merlate e i tre ponti levatoi che resero imprendibile il fortilizio.

Cessata la dominazione malatestiana, il castello passò agli Sforza che vi lasciarono il loro segno, aggiungendo il bel loggiato interno, lo scalone e gli affreschi che ornano ancora oggi alcune stanze, comprese quelle dell'appartamento ove visse per tre anni Lucrezia Borgia dopo il matrimonio con Giovanni Sforza (1493). Dopo il periodo sforzesco, passò ai Della Rovere fino alla devoluzione del aducato di Urbino lla Chiesa (1631).

Solo dopo quasi tre secoli di abbandono e incuria fu l'ingegner Umberto Zanvettori che nel 1920 destinò tutte le sue sostanze al recupero del fortilizio: ciò che avvenne gradualmente, anche ad opera della di lui consorte Alberta Porta Natale fino a quando (1983) non passò in proprietà dello Stato Italiano.

Oggi Gradara, oltre la monumentale Rocca, offre al visitatore anche la sua duplice cinta di mura e torrioni con le merlature e i camminamenti di gronda ricostruiti. Fra le mura, l'abitato conserva le sue antiche case e la chiesa di S.Giovanni Battista ove è custodito un pregevole Crocefisso ligneo del XV secolo, mentre nella chiesa del SS.Sacramento è visibile una pala d'altare ("Ultima cena") di Antonio Cimatori (1595).

Presso la Rocca è stata invece trasferita la preziosa pala ("Madonna in trono con il Bambino e Santi") dipinta da Giovanni Santi nel 1484 per l'antica pieve di S.Sofia.

Vuole un'antica tradizione che fra le mura della rocca di Gradara abbia avuto luogo il feroce assassinio di Paolo Malatesta e Francesca da Polenta ad opera del tradito Giovanni (Gianciotto) Malatesta detto "Lo Sciancato". Antica storia di sangue resa immortale dai celebri versi di Dante Alighieri.

Prossimi eventi nelle vicinanze
Elenco
Elenco
Griglia
Gio 21 Gen 2021
Dopo tanti mesi di restrizioni, regalati un breve periodo immerso nel verde del Parco Naturale del Monte San Bartolo!

Un week end primaverile per immergerti in un oasi di verde, giallo e blu!

VERDE - la nostra collina inizia da metà della spiaggia di Gabicce Mare e il verde si estende fino alla spiaggia di Pesaro, dove potrai respirare l'aria salmastra dell'Adriatico mentre si fonde con il profumo dell'erba. Una passeggiata, fra i sentieri dove potrai ammirare i panorami mozzafiato che tutta la Riviera ci invidia.

GIALLO - la nostra è la "Collina delle Ginestre" nel mese di Maggio inizia la fioritura che donerà alla collina un particolare colorito fra il giallo ed il verde ed il profumo delle ginestre circonderà tutto il territorio!

BLU - è il colore preponderante del mare che si fonderà all'orizzonte con l'azzurro del cielo. Gabicce Mare saprà regalarti una miriade di colori dall'alba sul mare, al tramonto sulla Riviera Adriatica.

Cosa aspetti? metti in borsa scarpe da trecking e maglietta e parti per l'oasi naturale del Parco Naturale del Monte San Bartolo!

...e se sei un amante della bici e della mountainbike sarai nella località giusta per fare un pieno di divertimento!



Dettagli
Lun 24 Mag 2021
A tutti i carissimi Amici di Fabio,
cogliamo l'occasione per ricordare che, su desiderio delle sorelle Laura e Daniela Filippello, la località di Gabicce Mare organizza ogni due anni il meeting “ Fabio Filippello... in MG, sua terra di conquista” in suo onore.

Siamo ancora in attesa di conoscere in quale data potrà svolgersi il nostro tradizionale meeting MG.

Ci auguriamo che questa emergenza sanitaria ci consenta di organizzare al più presto il raduno magari programmando il rinvio dal 6 al 12 settembre 2021.

Nel caso invece si possa organizzare per la data già programmata - dal 24 al 30 maggio sarà nostra premura, entro il mese di marzo, inviare a tutti i partecipanti le informazioni per il pre-booking.

Il programma del 2021, sarà ricco di eventi: feste, gare di abilità, e la tradizionale cena di Gala, alla quale presenzieranno anche le sorelle Laura e Daniela. La serata sarà l'occasione per ricordare i momenti più salienti ed emozionanti del passato.

La Polizia Stradale sarà, come da tradizione, alla guida del meeting, il cui ruolo è ed è stato fondamentale in tutti questi anni, ne sono testimonianza le foto che ritraggono Fabio “scortato”!

Sarà l'occasione per ricordare gli anni più belli del caro Amico, trascorsi al mare, sulle colline dell'entroterra marchigiano-romagnolo, accompagnati dalla musica, dal buon vino e dai prodotti gastronomici tipici locali.

Un saluto affettuoso da Laura & Daniela Filippello, Angelo Serra, Letizia Vincenzetti
Dettagli